home 2119484 1280 820x547 - Arredamento da esterno: soluzioni, idee e fai da te per il giardino esterno

Arredamento da esterno: soluzioni, idee e fai da te per il giardino esterno

Tutte le case hanno piccoli o grandi spazi esterni da arredare: si va dal semplice balcone fino ai terrazzi e ai giardini di grandi dimensioni, passando per le soluzioni più ingegnose per arredare e rendere fruibili anche spazi come i sottoscala esterni. Non sempre, però, si riesce a definire un proprio progetto di arredo: eppure siamo certi che grazie ai nostri suggerimenti vi lascerete ispirare per allestire i vostri spazi esterni al meglio, anche col fai da te!

Arredare l’esterno con le statue per il giardino

Una cosa che colpisce sempre l’occhio del visitatore sono le statue: queste rimarranno sempre impresse nella memoria di chi viene a visitare il vostro giardino o il vostro angolo esterno in quanto caratterizzate da forme e fatture uniche e raramente osservabili se non nei parchi veri e propri; oltre che essere il tipo di arredamento che colpisce le statue hanno la grande fortuna di essere oggi molto più economiche di un tempo grazie alla produzione di scala, che le mantiene comunque di alta qualità. Simpatici da aggiungere in varie posizioni sono anche i nani da giardino, nati in Germania da qualche secolo ma diffusi ormai in tutto il mondo.

Qualche modello di statua da giardino per arredare casa vostra o il vostro esterno è presentata di sotto assieme al prezzo consigliato.

Arredare ingresso esterno, balconi e terrazzi

Chi abita in città sa quanto sia difficile riuscire ad avere una casa con ampi spazi esterni: molto spesso, infatti, tutto ciò che che offre il mercato immobiliare a medio investimento sono appartamenti con balconi di piccole o medie dimensioni e, quando si è proprio fortunati, con un terrazzo. Ma ciò non ci deve far desistere dall’arredare un esterno non rinunciando a nulla!

Infatti, lo studio degli spazi esterni può rivelarsi un piacevole hobby, perfetto non soltanto per coloro che amano il design e l’arte dell’arredare in generale, ma anche per coloro che hanno estro e creatività e che vogliono metterlo in pratica arredando anche solo l’ingresso esterno di casa.

Sia balconi che terrazzi possono infatti riuscire a dare grandi soddisfazioni: tende da sole, giardini murali, poltroncine in vimini, piccoli solarium sono solo alcune delle varie idee da poter applicare anche ai vostri spazi esterni di città. Tutto quello che vi occorre è:

  • un progetto;
  • un budget da spendere;
  • un po’ di tempo a disposizione per lavorarci su.

Prima di tutto, infatti, bisogna rendersi conto di quali sono gli spazi fruibili e che tipo di budget avete a disposizione, fermo restando che comunque si possono aggiungere altri arredi in un secondo momento. Poi, cosa non meno importante, occorre conoscere se esistono delle norme condominiali da rispettare o altri vincoli precisi: ad esempio, in alcuni regolamenti sono vietate le piante sistemate al di fuori della ringhiera, cosa da tenere ben presente se si sta pensando di allestire un piccolo giardino sul corrimano del balcone. Poi, se il vostro budget lo consente, potreste anche assumere un arredatore o architetto professionista, ma in linea generale questa guida è dedicata a chi vuole arredare l’esterno con il fai da te.

Vediamo di sotto alcuni prodotti che rappresentano l’ideale per decorare l’esterno di una terrazza o di un balcone:

Un divano da esterno è l’ideale per decorare una terrazza e renderla accogliente; prezzo di questo tipo di mobilio non è per niente proibitivo e la comodità è quasi sempre garantita, abbiamo selezionato alcuni modelli per te:

Un altro prodotto utile per arredare la terrazza e non cuocere durante l’estate all’esterno è il gazebo o comunque un posto che riesca a ripararci dal forte sole estivo; anche in questo caso parliamo di prezzi abbordabili e di prodotti facilmente montabili da soli senza grandi difficoltà. Di sotto abbiamo selezionato alcuni dei modelli di gazebo che possono essere utili per arredare l’esterno, in particolare di terrazze e giardini:

Arredare esterno con i bancali

Le ultime tendenze del settore hanno lanciato la moda di arredare l’esterno con i pallet, una vera chicca specie per coloro che vogliono cimentarsi in qualcosa di davvero unico, perché per quanto si possa copiare un progetto di arredo con i bancali, c’è sempre la componente personalizzazione e fatto a mano: dunque, ogni oggetto è unico nel suo genere.

Con i pallet potrete realizzare non solo sedute particolari, dai divani più ampi a poltrone più piccole in base ai vostri spazi, ma anche giardini pensili (fra l’altro semplicissimi da fare). In rete ci sono diversi tutorial per creare divani e poltrone con i bancali, che sebbene possano apparire un fai da te indicato più per persone con una manualità avanzata, sono comunque abbastanza agevoli da costruire. Molto più facili sono i giardini pensili: in questo caso, tutto ciò che dovrete fare è verniciare il pallet del colore che preferite, fissarlo bene alla ringhiera o parete prescelta del terrazzo/balcone e attaccarci su i vasi per le piante, magari avendo predilezione per vasi dalle forme simpatiche o colorati, come questi secchielli di metallo multicolore proposti su Amazon.

Infine, con i pallet potrete anche realizzare una piccola recinzione alla vostra cucina esterna, una sorta di separé/porta per dividere visivamente gli spazi: basterà carteggiare i pallet, verniciarli e/o decorarli come si preferisce, e inserire delle piccole ruote nella parte inferiore et voilà! La vostra parete mobile è pronta!

Ma dove trovare i bancali? Amazon, come sempre, ci è d’aiuto: infatti, sullo store ci sono diverse tipologie di bancali, sia nuovi che usati (ma in buone condizioni). Addirittura per i più pigri ci sono divanetti e i giardini pensili già pronti da acquistare!

Arredare giardino, portico e muro con il fai da te

Chi invece ha la fortuna di avere un giardino e addirittura un portico, può dare via libera alla propria creatività!

Partiamo con le idee per arredare il portico esterno. Come la tradizione vuole, il portico è il luogo ideale dove sistemare un dondolo romantico a due posti o singolo (a seconda degli spazi). Obbligatorio è un tavolino di piccole/medie dimensioni con sedie in coordinato, per prendere il caffè o il tè con gli amici: preferitene uno che non sia troppo ingombrante, specie se gli spazi non sono molto ampi. Al contrario se di spazio ne avete a iosa, potreste anche arredare il patio esterno con un tavolo grande, perfetto per accogliere la famiglia e gli amici per una cena al fresco d’estate. È molto importante che le sedute siano comode, quindi è preferibile optare per sedie in legno massiccio con una bella imbottitura sia al piano, che allo schienale. Certo, le sedie in legno richiedono un minimo di manutenzione in più, ma sono perfette per arredare l’esterno di casa. Fra l’altro tale materiale è ottimo anche per la scelta di un tavolo da esterno. Se preferite lo stile shabby chic, potrete anche realizzare voi stesso l’effetto decapato acquistando tutti i materiali su offerta su Amazon.

In alternativa, potrete optare per materiali come il vimini e il rattan, più economici, o il metallo, che invece è un po’ più costoso degli altri materiali appena descritti, ma che dona quell’effetto vintage ideale per creare un portico romantico.

Per arredare il giardino esterno potete seguire gli stessi suggerimenti del portico, solo vi consigliamo di realizzare il tutto in un’area protetta da un gazebo. Su Amazon potrete trovare gazebi di tutte le dimensioni, così come tende da esterno utili per coprire i tavoli di dimensioni minori.

In alcuni casi, i muri di recinzione possono non essere particolarmente belli da vedere e potrebbero essere un vero e proprio pugno in un occhio! Per risolvere la cosa e arredare un muro esterno, la soluzione migliore è quella di aiutarsi con delle piante rampicanti. Tutto quello che vi occorre è sistemare una griglia di sostegno in plastica o in legno, fissarla per bene nel terreno e al muro e posizionare le piante rampicanti in modo che possano crescere poco alla volta e ricoprire l’intera area. Le piante da preferire sono la buganvillea, il gelsomino del Cile, il gelsomino, il glicine (questo è perfetto anche se volete realizzare un pergolato), la rosa rampicante. Se non siete proprio portati per il giardinaggio, allora optate per una pianta rampicante di tipo “infestante”, che praticamente cresce da sola, come l’ipomea. In alternativa, potrete sfruttare il muro per realizzare un piccolo angolo romantico sistemando una panchina con arco in ferro incorporato, così da avere una seduta al fresco e al tempo stesso un piccolo angolo di paradiso proprio nel giardino di casa.

71T82auokZL. SL1500  300x300 - Arredamento da esterno: soluzioni, idee e fai da te per il giardino esterno

Piante, vasi e luci per esterno

Trattandosi di complementi di arredo, qui potrete davvero sbizzarrirvi. Piante e vasi possono essere la vostra arma segreta per dare colore, vivacizzare o rendere romantico un qualunque spazio esterno della vostra casa. Se avete balconi piccoli, optate sempre per vasi che non siano eccessivamente grandi e, anzi, preferiteli con sostegno da appendere alla parete o alla ringhiera: in questo modo non occuperete centimetri preziosi, ma non dovrete rinunciare alle vostre piantine! Inoltre, sono consigliate le piante rampicanti del tipo tappezzante, che riescono a dare un volto nuovo anche al muro più anonimo del vostro terrazzo. Trattandosi di piante tappezzanti, non sarà molto importante l’estetica del vaso, ma la sua resistenza e che abbia un buon sistema di raccolta dell’acqua in eccesso.

Chi invece ha ampi spazi, sia sul terrazzo che in giardino, potrà optare per vasi più grandi, magari addirittura di terracotta, che accolgono meglio la pianta lasciandola respirare e non riscaldando eccessivamente le radici durante i giorni di calura intensa. In generale, consigliamo di optare per vasi di grandi dimensioni specie se avere intenzione di sistemare piante da frutto o da fiore molto grandi, come limoni, fragole, ibisco, ciliege, rose, ecc. Molto carini sono anche i cosiddetti scaffali a fioriera, perfetti altresì per arredare il muro esterno e il portico, per riempire una parete un po’ spoglia e darle un volto nuovo: qui potrete divertirvi a mixare le piante più diverse, magari sistemandole in vasi di varie forme e colori, così da dare un colpo d’occhio studiato e d’effetto.

Esistono poi forme di vasi molto particolari, si va dai vasi originali messi in serie ai giardini obliqui e verticali (perfetti per chi vuole ricoprire l’esterno del giardino ed in particolare i muri di piante per abbattere l’effetto “muro” che esteticamente è piuttosto brutto da vedere, carini anche i vasi da appendere come ad esempio i vasi a forma di lampadina.

Se avete un portico importante, non dimenticate che le anfore in terracotta possono dare un tocco di classe all’ingresso di casa, specie se avete una tettoia rustica con travi di legno a vista. Le anfore possono poi essere abbellite con piante particolari, meglio se sistemate in una ciotola ampia e rotonda (o comunque secondo le dimensioni dell’apertura superiore): perfetto per lo scopo sono le piante grasse, che fra l’altro richiedono poca cura e sono poche “attraenti” per eventuali parassiti. In alternativa, se l’ingresso è abbastanza soleggiato, potreste optare per piante come la barba di Giove, molto rustica ma di sicuro effetto una volta cresciuta grazie alla ricca fioritura. Nella scelta delle piante da sistemare, dovrete tenere in considerazione l’esposizione dei vostri spazi esterni – nord, sud, est o ovest – e soprattutto di quante ore di insolazione potrete godere – pieno sole, ombra, mezzombra –: in base a ciò, dovrete orientarvi su specifiche tipologie di piante, ma il vostro vivaista di fiducia saprà sicuramente consigliarvi al meglio.

Se invece prediligete uno spazio esterno arredato in maniera più moderna, lasciatevi conquistare da vasi in plastica colorati o da sottovasi dalle forme lineari e pulite. Perfetti per arredare l’esterno sono altresì i vasi con luce incorporata, che di sera offrono un effetto davvero suggestivo. Fra l’altro questi vasi sono perfetti anche per arredare l’esterno di un bar o l’esterno di un ristorante, perché facili da abbinare con tavoli e sedie sia in rattan, che in metallo.

Fondamentali sono, ovviamente le luci. Infatti, una buona illuminazione può essere di grande aiuto specie per per creare effetti particolari e, perché no, un po’ magici: a tutti, in fondo, piace avere un angolino di casa un po’ intimo, quello dove rilassarsi a sera con una bella tisana e della buona musica. Per tale motivo, consigliamo delle luci soffuse, come quelle delle lampade con candela/cero all’interno, sia pensili che da appoggiare al tavolo. Molto simpatiche sono anche le luci da esterno a filo, tipo quelle che mettiamo durante il periodo di Natale: preferitele dalle forme colorate e, se possibili, che si ricaricano con la luce solare. Ovviamente, tenete queste luci come ausiliarie e non principali, poiché una buona illuminazione da azionare all’occorrenza è sempre utile per una maggiore sicurezza. Molto carini sono anche i viottoli del giardino rifiniti con luci ad energia solare e/o piccoli sassi fosforescenti, che saranno non solo d’effetto, ma anche ottimi per seguire il sentiero quando le luci sono basse.

Come arredare l’esterno di un ristorante o di un bar

Può essere che fra le vostre esigenze ci sia quella di arredare l’esterno di un ristorante o di un bar. In tal caso, dovrete attenervi alle leggi previste dal vostro comune e in base a quelle decidere come impostare il tutto e quali spazi sia possibile occupare.

71Fma7HtaL. SL1500  300x300 - Arredamento da esterno: soluzioni, idee e fai da te per il giardino esterno

In genere, per quanto concerne come arredare l’esterno di un ristorante sono da preferire tavoli quadrati da quattro posti, da affiancare l’uno all’altro agevolmente nel caso in cui ci siano molti clienti. Optate per sedie facili da pulire, di metallo o di rattan; evitate il vimini, perché potrebbe rovinare gli abiti dei clienti. Le luci dovranno essere non troppo forti, ma accompagnare la serata in maniera soft, quindi preferite luci gialle o comunque non abbaglianti e sul tavolo una bugia con una candela bassa o una tealight. Se il ristorante da arredare è di tipo informale, potrete anche optare per lampade pensili particolari, magari realizzate con materiali riciclati come vasetti di vetro o barattoli di latta.

Non esagerate con le piante, in quanto potrebbero occupare spazio prezioso da destinare ai tavoli. Di sicuro occorrerà una bordura di siepe intorno all’area, così da recintarla: quindi sì a grossi vasi con siepe curata, ma evitate piante fiorite a vantaggio di un sempreverde.

Sia che dobbiate arredare l’esterno di un bar o l’esterno di un ristorante, prevedete lo spazio per la climatizzazione sia per periodo invernale, che per quello estivo. Per i mesi freddi sono perfetti i classici funghi a gas, che oggi si trovano in commercio anche e in forme più eleganti e particolari; per i mesi caldi, invece, optare per un semplice sistema di bocchette che rilasciano acqua pressurizzata.

Qualche offerta su come arredare l’esterno di un bar la puoi trovare di sotto, cliccando sul prodotto potrai vedere anche l’opinione degli acquirenti certificati capendo se davvero il tipo di arredamento fa per il tuo esterno bar o meno.

Arredamento da esterno: soluzioni, idee e fai da te per il giardino esterno
5 (100%) 1 vote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *